Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Huawei, debutta la P40 series: la sfida si sposta sulla fotografia con P40, P40 Pro e P40 Pro+

Huawei P40 Series:

Huawei, in un evento via web, ha annunciato i nuovi flagship della serie P40, che si compone di tre modelli: Huawei P40 Pro+, Huawei P40 Pro e Huawei P40.

Il “tallone d’Achille” dei nuovi Huawei P40 è la mancanza di Google Mobile Services. Come risaputo, il blocco economico imposto dagli Stati Uniti ad Huawei le impedisce l’uso dei servizi di Google, e senza dubbio rappresenta ancora un ostacolo per la maggior parte degli utenti.

La buona notizia è che il numero di applicazioni nell’app store di Huawei “AppGallery” continua a crescere e l’azienda sta investendo molto in questo processo, È inoltre a disposizione un nuovo strumento, chiamato TrovaApp (sviluppato dal team Huawei italiano), che indirizza gli utenti agli APK disponibili per l’installazione di applicazioni quando non esistono nello store Huawei.

TrovApp ha creato un vero e proprio motore di ricerca per trovare le applicazioni per i device Huawei con HMS. Si tratta di un supporto concreto che facilita gli utenti nella fase di download di tutte le applicazioni necessarie per una user experience completa e soddisfacente, sia che siano presenti su AppGallery sia che non ci siano.

Anche per la nuova famiglia P40 Huawei punta fortemente sulla fotografia rispondendo a suo modo anche a quella che è una tendenza degli utenti, che sono sempre più alla ricerca delle funzionalità avanzate delle fotocamere per dare un nuovo splendore alle immagini che acquisiscono e condividono sui social network.

Huawei continua a posizionare i sensori fotografici posteriori in alto a sinistra, ma ciò che cambia è la qualità di questi, ora ancora maggiore, con il sensore Ultra Vision, dal diametro di soli 1/1.28 pollici e qualità dei pixel fino a 2.44μm. Inoltre, questo sensore offerto su tutti e tre i modelli, supporta il Full Pixel Octa PD AutoFocus, che consente una rapidissima messa a fuoco in qualsiasi condizione di luce.

Le differenze tra i modelli si hanno a livello di zoom: P40 Pro vanta uno zoom ottico 5x, uno zoom ibrido 10x e zoom digitale 50x. Il top di gamma P40 Pro+ integra un Super Zoom Array 100x dal nuovo design periscopico a supporto dello zoom ottico 10x. P40 Pro e P40 Pro+ offrono entrambi un sensore da 40MP Ultra Wide Cine che ha una lunghezza focale equivalente a 18mm e un sensore da 1/1,54 pollici che supporta il rapporto 3:2. La fotocamera si basa sulla tecnologia SedecimPixel Fusion per supportare il pixel binning 16 in 1, per avere super pixel che misurano 4,48μm. Questi pixel consentono di aumentare la sensibilità alla luce fino a ISO51200 e l’acquisizione video a 7680fps in Ultra Slow-Motion. Entrambi montano anche una camera AF da 32MP e una IR Depth camera che supportano l’autofocus e l’effetto bokeh. Il “piccolo di casa” P40 offre una tripla fotocamera Leica, di cui la principale da 50MP UltraVision, 23mm, f/1.9, OIS affiancata da una Cine Camera Ultra Grandangolare da 16MP, (17mm, f/2.2) e una per lo zoom ottico 3x da 8MP. La fotocamera frontale, sempre più importante per selfie e videochiamate, si basa su un sensore da 32 MP con autofocus, effetto bokeh e supporto per video 4K.

Il trio di smartphone offre memoria espandibile tramite schede Nano di nuova generazione.

Gli smartphone adottano un display OLED, curvo su tutti e quattro i lati, che Huawei chiama Overflow Display, che gli conferisce un aspetto ancora più di qualità.

Sul P40 Pro e P40 Pro+ lo schermo è pari a 6,58 pollici, con un rapporto 19,8: 9 e risoluzione a 2.640 x 1.200, mente il P40 ha un display da 6,1” con risoluzione 2.340 x 1.080 con rapporto 19.5: 9). Huawei porta anche una frequenza di aggiornamento di 90Hz sugli schermi P40 Pro e P40 Pro Plus, mentre il P40 rimane ai classici 60Hz.

All’interno c’è il nuovo processore Kirin 990 5G, il primo SoC 5G a 7 nanometri sviluppato da Huawei, che ha un miglioramento del 23% nelle prestazioni della CPU, 39% nella GPU e 460% nella NPU, secondo Huawei. Anche l’efficienza energetica è stata migliorata, e questo si riflette nella batteria, che nel caso del P40 Pro e P40 Pro+ è da 4.200 mAh mentre per il P40 si scende a 3.800 mAh. Offrono tutti la ricarica rapida, sebbene solo sul P40 Pro e P40 Pro+ è supportata la modalità 40W superveloce sia in cablata, sia wireless.

Novità anche per il sensore di impronte digitali che mantiene la sua posizione sotto lo schermo, ma ora ha un’area di “lettura” più ampia del 30%, è più veloce, sempre del 30%.

La serie P40 offre 8 GB di RAM su tutta la linea. In termini di spazio di archiviazione, Il P40 mette a disposizione 128 GB, mentre il P40 Pro ne propone 256 GB. Pro Plus fa ancora di più mettendo sul piatto 512 GB di spazio di archiviazione. Gli smartphone eseguono già EMUI 10.1 (basata su Android 10).

Huawei P40 e P40 Pro sono disponibili nelle colorazioni Ice White, Deep Sea Blue e Black e con nuove finiture opache e riflettenti nelle colorazioni Blush Gold e Silver Frost, rispettivamente al 8000 euro e 1.050 euro. Prezzo e disponibilità in Italia del P40 Pro+ verranno annunciati nelle prossime settimane

Tutti coloro che pre-ordineranno e acquisteranno uno dei due modelli presso uno dei punti vendita aderenti online e offline, riceveranno in esclusiva lo smartwatch Huawei Watch GT2 nella colorazione Matte Black dal valore commerciale di 229 euro. La promozione è valida dal 26 marzo al 4 maggio. Huawei offre a chi acquisto uno dei nuovi P40 50 GB di storage da utilizzare in un anno sulla piattaforma Huawei Cloud e 10 film o 50 euro da poter consumare sulla piattaforma Huawei Video. Infine, Huawei regala anche 3 mesi gratuiti di Huawei Music, la nuova piattaforma di streaming musicale dell’azienda. Questa promozione è estesa fino al 30 giugno.