Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Samsung Galaxy S10, tutto quello che sappiamo a due mesi dal debutto

Uno degli smartphone più chiacchierati di questo periodo è il Galaxy S10 di Samsung, nuovo top di gamma dell’azienda coreana che dovrebbe essere presentato ufficialmente il 20 febbraio, qualche giorno prima del prossimo Mobile World Congress di Barcellona. Come spesso accade per i nuovi smartphone di fascia alta sul web ogni giorno vengono rivelati nuovi dettagli più o meno veritieri che anticipano quello che poi sarà effettivamente presentato in pompa magna dalle varie aziende. E non sfugge a questa sequela di rumors anche il Galaxy S10.

Ad oggi si conosce tutto o quasi del nuovo smartphone di Samsung. Le notizie trapelate, innanzitutto, parlano di almeno 4 versioni di Galaxy S10, ovvero Galaxy S10 Lite, Galaxy S10, Galaxy S10 Plus e il Galaxy S10 5G, che però merita un discoro a parte. Le differenze sostanziali tra i vari modelli riguardano la grandezza del display e alcune caratteristiche tecniche. Galaxy S10 Lite (ma il nome potrebbe essere diverso) si basa su un display “flat” da 5,8” mentre si sale a 6,1” per il display “edge” del Galaxy S10. Il modello con schermo più ampio sarà il Galaxy S10 Plus che potrà contare su un display “edge” da 6,44”. Per tutti i modelli è previsto uno schermo con tecnologia Super Amoled QHD+-.

A livello hardware le differenze dovrebbero essere minori. Per tutti e tre i modelli venduti in Europa è prevista un SoC Exynos 9820 con GPU Mali-G76, mentre come spesso accaduto con altri modelli Galaxy, per il resto del mondo il SoC cambia: in questo caso Galaxy S10 si affida a un processore Snapdragon 8150.

La RAM presente, a seconda della versione sarà pari a 6 o 8 GB, mentre lo spazio di archiviazione varierà tra 128 GB e 512 GB, espandibili tramite microSD.

Il comparto fotografico sul retro dei dispositivi, se confermato, sarà dual camera per il Galaxy S10 Lite, e tripla camera per S10 e S10 Plus. Nello specifico la configurazione a tripla fotocamera vedrà la presenza di un sensore principale (non si sa ancora a che risoluzione), un grandangolare e un teleobiettivo.

Una delle novità del Galaxy S10 è il display definito “Infinity-O”, che in pratica prevede un foro posizionato nel display che cela la fotocamera frontale. Sulla disposizione di tale foro, se si considerano le foto trapelate in rete, c’è ancora qualche dubbio visto che alcune lo propongono al centro del display, alcune a sinistra ed altre a destra. Per il modello S10 Plus, i fori dovrebbero essere addirittura due, per consentire lo scatto di selfie ad altrettante fotocamere frontali.

S10 e S10 Plus saranno anche dotati di sensori di impronte digitali sotto il display, mentre S10 Lite si dovrà accontentare del sensore posto sul lato, come già visto su alcuni modelli di Galaxy di recente produzione come l’A7 2018. Bella notizia è la presenza, molto probabile, in tutte le versioni di un jack audio. Altre specifiche parlano di resistenza all’acqua e possibilità di ricaricare i dispositivi via wireless.

Come detto dovrebbe essere lanciata anche una versione 5G del Galaxy S10. Questo smartphone, che a quanto si dice non verrà proposto in Italia, sarà il “non-plus-ultra” della gamma. Infatti si vocifera che oltre alla evidente possibilità di connettersi alle reti 5G disporrà di un display da 6,7”, 12 GB di RAM, 1 TB di spazio di archiviazione e ben 6 fotocamere, di cui due nella parte anteriore e quattro in quella posteriore. Infine si parla di una batteria molto capiente tanto che si potranno ricaricare altri dispositivi utilizzando questa integrata nello smartphone. Il prezzo di questo smartphone, se mai vedrà la luce, dovrebbe però aggirarsi intorno ai 1800/2000 euro.

Per gli altri modelli, i prezzi dovrebbero dovrebbe essere compresi tra i 780 euro del Galaxy S10 Lite con 128 GB di spazio di archiviazione fino ad arrivare ai 1.200 euro del Galaxy S10 Plus con 512 GB di spazio. Galaxy S10, se confermato, dovrebbe essere disponibile per il pre-ordine dal prossimo 8 marzo.