Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Oppo, la gamma Reno4 sbarca in Italia. Come sono fatti e quanto costano gli smartphone

Già ufficializzati a livello internazionale, Oppo Reno4, Reno4 Pro e
Reno4 Z sbarcano in Italia. Già prenotabili, saranno disponibili
ufficialmente dal 15 ottobre. Puntando a vari segmenti di prezzo, questi
dispositivi dovrebbero rafforzare la presenza del marchio nel Bel Paese
in un mercato dominato da Samsung e Huawei, almeno per quanto riguarda i
dispositivi Android.

Non sorprende che di questi tre nuovi prodotti, Oppo Reno 4 Pro (799
euro) sia quello con il design e le caratteristiche più raffinati.

Beneficia di uno schermo curvo protetto da Gorilla Glass 5. Il vetro
resistente copre anche la superficie posteriore su cui è inserito un
triplo modulo fotografico posto in verticale. Il lettore di impronte
digitali è posizionato nello schermo mentre è da menzionare un peso di
soli 172 grammi.

Il pannello AMOLED da 6,5 pollici offre una definizione Full HD+ con
refresh rate a 90 Hz per semplificare l’esperienza di navigazione.
All’interno di Oppo Reno4 Pro c’è un SoC Snapdragon 765G abbinato a 12
GB di RAM LPDDR4x e 256 GB di memoria non espandibile.
Per quanto riguarda la fotocamera posteriore, la configurazione
comprende un sensore principale da 48 megapixel (f / 1.7) con
stabilizzazione ottica, affiancato da un ultra grandangolare da 13
megapixel, 120 gradi (f / 2.2) e da un teleobiettivo da 13 megapixel x2
(f / 2.4).

Su questo modello, Oppo evidenzia le capacità video. Il Reno4 Pro è
dotato di una sorta di modalità notturna per il video, una funzione per
migliorare la stabilità e un’opzione Live HDR che migliora il contrasto
di una scena con elevata gamma dinamica in tempo reale durante la
registrazione. Anche 4K o 1080p in 60 fps sono modalità di cattura video
disponibili. Per i selfie, il sensore anteriore offre una risoluzione a
32 megapixel.

La batteria da 4000 mAh beneficia della ricarica rapida SuperVOOC a 65
W.

L’Oppo Reno4 Pro gira con Android 10 con ColorOS 7.2. In attesa
di passare ad Android 11 con ColorOS 11, questa versione
dell’interfaccia offre di modalità “Super Eco” che consente di eseguire
solo sei applicazioni contemporaneamente in modo da non consumare troppa
energia e, allo stesso tempo, permette di sfruttare una piccola griglia
di applicazioni facilmente accessibile con una mano tramite una piccola
icona da cliccare sullo schermo. Lo smartphone è, ovviamente, anche
compatibile con il 5G.

L’Oppo Reno4 (600 euro) assomiglia molto alla versione Pro, ma il suo
display AMOLED da 6,5 pollici è piatto e limitato a un pannello
tradizionale a 60Hz. Il vetro che lo ricopre sul davanti e sul retro è
Gorilla Glass 3. Anche se alimentato dallo stesso SoC (e quindi
compatibile anche con reti 5G) si accontenta di 8 GB di RAM e 128 GB di
storage (non espandibile). Un’altra differenza da notare, la
configurazione della foto cambia leggermente. In questo caso si può
contare su un sensore principale da 48 megapixel (f / 1.7) un ultra
grandangolare da 8 megapixel da 120 gradi (f / 2.2) e un sensore
monocromatico da 2 megapixel (f / 2.4).
Per sfruttare il sensore monocromatico, si può trovare il filtro
corrispondente nelle opzioni offerte dalla modalità ritratto. Sulla
parte anteriore, l’Oppo Reno4 mette sul piatto due sensori per i selfie:
uno da 32 megapixel (f / 2.4) più un altro da 2 megapixel (f / 2.4). La
batteria gode di una capacità di 4020 mAh e la carica di 65 W non viene
sacrificata.

Esteticamente, l’Oppo Reno4 Z (400 euro) si distingue dagli altri due
modelli soprattutto per il suo modulo fotografico posteriore in formato
quadrato.

Il suo schermo curvo da 6,57 pollici non è AMOLED ma LCD IPS,
sempre in Full HD+. Di buono c’è la frequenza di aggiornamento che è
pari a 120 Hz. Lo smartphone integra l’economico SoC MediaTek Dimensity
800 che comunque garantisce la compatibilità con il 5G. Oppo Reno4 Z ed
è proposto con 8 GB di RAM e uno spazio di archiviazione non espandibile
di 128 GB.

Lato fotocamera, l’Oppo Reno 4 Z si ispira alle altre due versioni senza
imitarle: la dotazione prevede un sensore principale da 48 megapixel (f
/ 1.7), un ultra grandangolare da 8 megapixel, 120 gradi (f / 2.2) e un
sensore di profondità da 2 megapixel (f / 2.4). La batteria è da 4000
mAh con una carica a 18 W. Da notare che, a differenza degli altri due
modelli, qui è presente un jack per le cuffie.