Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Samsung Galaxy Note 10 al debutto: ecco tutto quello che sappiamo

Mancano ormai pochi giorni al lancio ufficiale del nuovo flagship di Samsung, ovvero il Galaxy Note 10. Infatti la data prevista in cui l’azienda coreana alzerà i veli sul suo nuovo smartphone è il 7 agosto. E solo allora si capirà se tutto quanto trapelato fino ad ora corrisponderà a verità oppure ci sarà qualche particolare che ai vari “leaked” è sfuggito. Di recente inoltre sono state svelate alcune foto che sono state definite “ufficiali”, del Note 10, anche se come detto, per capire se lo sono veramente c’è da pazientare qualche settimana.

Galaxy Note 10, come prassi verrà proposto in due versioni: “normale” e “plus” che si differenzieranno, a livello di nome, solo per l’aggiunta di un segno “+” dopo il numero 10.

Il Galaxy Note 10 e il plus saranno molto simili a livello hardware e condivideranno lo stesso SOC che per l’Italia, dovrebbe essere l’Exynos 9820, mentre in altri paesi sarà lo Snapdragon 855. Ad affiancare il processore ci saranno almeno 8 GB di RAM mentre lo spazio di archiviazione partirà da 256 GB ma con ogni probabilità verrà proposta una versione con 512 GB. Alcuni rumors parlano anche di un modello meno costoso con 128 GB, ma riguardo a questo “pettegolezzo” ci sono molti dubbi. La maggiore differenza tra i due modelli, ed anche la più “visibile”, riguarda la dimensione del display AMOLED: 6,3 pollici per Note “normale” e ben 6,75” per il “plus” che diventa così uno degli smartphone in commercio con lo schermo più grande. Per entrambi i modelli è garantito il supporto a HDR 10+ e risoluzione QHD.

Altra differenza tra i due top di gamma Samsung riguarda la configurazione delle fotocamere. Per entrambi i modelli sono previsti un sensore standard principale da 12MP, uno zoom ottico sempre da 12MP e un obiettivo grandangolare da 16MP. Note 10+ aggiunge un sensore ToF, portando quindi la configurazione a 4 fotocamere con disposizione verticale.

Da confermare la differente batteria che potrebbe alimentare i due modelli. Per il Note 10 si parla di un modello da 4.000 mAh, mentre per il Note 10+ da ben 4.500 mAh. Entrambi gli smartphone dovrebbero supportare la ricarica wireless veloce a 20W e il Note 10+ anche la ricarica via cavo super veloce a 45W.

Non mancherà l’accessorio distintivo della famiglia Note, ovvero la S Pen, che al momento sembra essere identica a quella proposta per il Note 9, a meno di sorprese dell’ultimo minuto che saranno svelate in sede di presentazione ufficiale. Sparirà sicuramente il jack da 3,5 mm per le cuffie e anche il tanto discusso tasto per lanciare l’assistente vocale Bixby. Il sensore di impronte digitali sarà sotto il display, come già proposto da Samsung con il Galaxy S10.

Il prezzo dei nuovi Galaxy Note 10 non sarà sorprendente. La linea è sempre stata più costosa rispetto ai suoi omologhi Galaxy S. Con ogni anno, il prezzo aumenta e quest’anno Samsung non farà alcuna eccezione, nonostante la rimozione o la mancanza di alcuni componenti. Secondo i soliti ben informati, il Galaxy Note 10 avrà un prezzo a partire da 999 euro per la versione con 256 GB di RAM, presumendo che non ci sia un modello da 128 GB. Per il Galaxy Note 10+, il prezzo partirà da 1.149 euro sempre per lo stesso spazio di archiviazione da 256 GB. I due dispositivi dovrebbero essere disponibili da settembre, ma saranno pre-ordinabili, sembra, dal 23 agosto.