Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il MuteGate di Samsung e Google: quando lo smartphone non si zittisce mai

Avete un Samsung Galaxy S5? E fremete dalla voglia di aggiornarlo a Lollipop, alias Android 5, ultima versione del sistema operativo di Google? Bene, NON FATELO. Se, invece, lo avete già fatto vi sarete subito, tristemente, accorti che i mega geni (si fa per dire) di Google e quelli di Samsung hanno tolto la funzione MUTE. Sì, hanno eliminato la funzione rapida “SILENZIOSO”. Non si sa il motivo, forse a causa di un una reazione a catena tra cervelli in cortocircuito. E questo vuol dire non potrete zittire in modo facile completamente lo smartphone poiché, dalle impostazioni rapide, è possibile scegliere solo tra VIBRAZIONE  o SUONO. E se tenete il cellulare in camera da letto, o semplicemente andate al cinema, il vostro Galaxy S5 continuerà a vibrare maledettamente per ogni notifica, da Facebook a Whatsapp fino da Twitter, dalle mail ai banali sms. Ed è una rottura di zebedei strepitosa.

E non riuscirete a silenziare lo smartphone completamente neppure abbassando tutto il volume perché lo slider ora si ferma alla modalità VIBRAZIONE. Questo è un vero e proprio MUTEGATE.

Certo un modo per ammutolire l’S5 c’è: bisogna scavare nelle impostazioni, passare da vari menu e sotto menu seguendo un astruso percorso tipo: “impostazioni” / “suoni” / “notifiche” / “interruzioni” (che vuol dire? Audio Interreptus?). Una roba paragonabile a grattarsi l’orecchio destro con la mano sinistra. Magari saltellando.

Che i supergeni di Google avessero fatto la pirlata,  si passi il termine, con l’introduzione del priority modesi sapeva (ma non ci potevo credere). Assurdo ed incomprensibile è invece che Samsung sia riuscita a perdere questa semplice funzione, rendendo l’uso educato del device un vero incubo visto che ha adottato in questo caso Lollipop senza modifiche peggiorando la situazione, al contrario di altri come LG che invece hanno introdotto la funzione MUTE. Magari Samsung poteva curare un po’ di più questi banali aspetti senza perdersi in cose tipo inutili e NON RICHIESTE come l’app di EXPO 2015 che ti arriva di default con Lollipop ma grazie al cielo si può disinstallare.

Il MuteGate impatta a quanto pare anche su Note 4. Pertanto se ne avete uno, e tra poco arriva l’aggiornamento via Ota, pensateci tante volte prima fare l’upgrade. Nel frattempo speriamo che Samsung corra SUBITO ai ripari (sembra da fonti online che sui Note Edge la funzione MUTE sia stata reintrodotta). Del resto il MODO SILEZIOSO c’era anche nei primi cellulari dell’alba dell’era mobile. Bastava copiare bene: non era difficile. Bastava fare le cose come prima.

  • Mario Cianflone |

    io lo trovo scomodissimo, invece.

  • Luca |

    Ma quale senza mute!! c’è priorità a mio parere molto più comodo sopratutto quando vai al cinema o la notte dove puoi dirgli per quante ore deve stare zitto.. Fighissimo..

  • Mario Cianflone |

    Con le priorità su S5 mi trovo male, ma magari è solo la resistenza al cambiamento divuta all’età che avanza 🙂

  • Emanuele Guzzini |

    E’ vero è stato tolto il silenzoso, m è anche vero che hanno aggiunto “priorità” ovvero un toggle rapido nel quale possiamo setare “priorita” che ci farà suonare o vibrare il telefono solamente se chi chiama o manda un messaggio fa parte della nostra lista preferiti, oppure settarlo su “tutte” che corrisponderà al vecchio modo silenzioso.. Quindi si , non i è più la possibilità di metterlo silenzioso, ma da possessore di note4 vi dico che vi è questo nuovo toggle a mio parere molto piu utile

  • Mario Cianflone |

    Spero sia un errore e confido che verrà corretto
    In realtà ho visto che LG G3 con toggle “mute” zittisce le sveglie

    Una cosa, non capisco il tono del tuo commento
    Cosa vuoi dire “non per merito tuo”. ???
    mi sembra scontanto che non sarà per merito mio
    del resto caro il mio ILDAVIDJENZ sei un individuo che si nasconde dietro mail finte.

  Post Precedente
Post Successivo