Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Tablet Android e tastiere: ecco come trasformare la tavoletta in quasi pc

Tablet:
belli e comodi. Pratici in mobilità e strepitosi, soprattutto quelli da 9-
10 pollici, da usare sul divano, ma se si deve lavorare,
per davvero, scrivere tante mail, un testo lungo o modificare una presentazione
o un foglio di calcolo serve una tastiera. Vera, di quelle che non i tasti e
magari anche un mouse. In questo modo si può evitare il fastidio e il peso di
portare in giro un notebook, magari insieme al “tab” che ormai fa parte del
corredo hi-tech di molti.
Ma come trasformare un tablet in un personal
computer? Con iPad non ci sono problemi, basta prendere una delle tante tastiere
esterne bluetooth (come la Logitech Keyborad Cover oppure uno dei
modelli Trust che costano il giusto e vanno molto bene) e tutto funziona al
primo colpo. Zero inconvenienti anche con le tavolette Windows 8: le tastiere
indipendentemente dalla layout si collegano senza dare noie e tutti i comandi
sono attivi. I dolori invece arrivano con Android perché salvo casi rari le
tastiere con layout italiano non funzionano completamente: i caratteri speciali
e le lettere accentate non sono tutte utilizzabili. Ad esempio con i tablet e
gli smartphone Samsung e di altre marche (Sony, Acer, Olivetti) è impossibile
settare il layout in modo che tutto funzioni a dovere. Nessun problema con le
tastiere universali o con layout Usa che però i caratteri speciali manco li
hanno e bisogna attrezzarsi con apostrofi o con correzioni manuali.  Diverso è
il caso di alcuni prodotti (per esempio Asus Fonepad e Nexus 7): dove il sistema
operativo è "puro", non è personalizzato dal produttore e "vede" perfettamente
le tastiere con layout italiano grazie a driver standard non modificati. E per
gli altri come si può risolvere? semplice con una app battezzata External
keyboard helper: costa 2,34 euro, si scarica dal Play di Google. Permette di
usare ogni tastiera anche quelle Usb. Davvero comodo e forse i costruttori di
accessori dovrebbero offrirla insieme alle tastiere.

Risolto
questo problema il tablet androide, purché dotato di uno stand, può essere usato
come un pc, ma serve una app con le funzioni office, su Play ce ne sono molte
gratis, come l’ottima Kingsoft Office, e pagamento come OfficeSuite Pro 7 (11.47
euro) oppure Quik Office (da 13,69 a  18,25 euro a
seconda delle versioni). Grande e ingiustificato assente è ancora Office di
Microsoft ma in autunno dovrebbe avere finalmente la versione per
Android.

Risolti i
problemi software, quale tastiera comprare? La migliore è la K810 di Logitech:
retroilluminata (così si lavora bene anche in ogni condizione) con tasti tre
tasti di connessione rapida per altrettanti dispostivi. Costa 100 euro ed
esibisce le dimensioni di una tastiera standard per notebook. Valida le citate
Trust (50 – 60 euro a seconda del modello) e la Microsoft Wedge
Mobile Keyboard (88 euro) con telaio in alluminio, stand incorporato e
comoda a usarsi nonostante le dimensioni contenute.