Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Uno smartphone potente che offre tanto e costa poco

Costa il giusto e offre molto. Si chiama Ufeel Prime ed è una delle nuove proposte della francese Wiko. La sua carta di identità esibisce caratteristiche “importanti”: display da 5 pollici e un processore octa-core Qualcomm SnapDragon 430 con GPU Adreno 505, affiancato da ben 4 GB di RAM. È un hardware muscoloso idoneo ad aprire velocemente applicazioni e documenti, ma anche per riprodurre video in modo è presente. Lo spazio di archiviazione interno è di 32 GB comunque espandibile tramite scheda micro SD nei tagli fino a 64 GB. Insomma una dotazione da fascia alta offerto a un prezzo abbordabile: 250 euro.

Ben fatta la scocca in alluminio, offerta in nero, silver e in una discutibile livrea oro. Lo stile invece non è il massimo ed è poco originale visto che assomiglia molto ai Samsung anche in relazione al pulsante home che integra il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali. Questo pulsante non funziona solo da tasto home (è possibile comunque attivare i tasti virtuali a display per gestire l’interfaccia). Offre, infatti, la possibilità di sbloccare lo smartphone, di accendere e spegnere il display (facendo una doppia pressione in sequenza), mentre tenendolo premuto si attiva la gestione del multitasking. Insomma una funzionalità convincente che è potenziata anche dalla possibilità, offerta dal software Wiko, di proteggere con l’impronta digitale sia file sia applicazioni in modo selettivo. Il sistema operativo è android 6.0

Il display del Wiko Ufeel Prime come accennato è un 5 pollici realizzato con tecnologia Lcd e Ips. La risoluzione è di 1920×1080 pixel, quindi “Full Hd” e densità è di 441 Ppi. La resa in termini di  luminosità è buona e la visibilità in condizione di forte luminosità ambientale è migliorata dalla tecnologia Full Lamination. Angolo di visione e “qualità del nero” non sono il massimo, come in molti altri Ips, ma vi ricordato che il Wiko costa tre volte meno di un blasonato top di gamma. E non è poco. Tra l’altro su Amazon e eprice si trova a circa 215 euro, mentre su Monclick enduto a prezzo pieno (ma la versione silvere costa 241 euro).

Il comparto fotografico schiera un sensore da 13 MP con Dual Led Flash ed dotato di un sistema di autofocus a fase. All’atto pratico però la resa di foto e video non convince del tutto ed è sufficiente per un uso sui sociale  Nella parte anteriore gli amanti dei selfie potranno contare su una fotocamera da 8 MP anch’essa provvista di flash anche qui la qualità non è trascendentale.

Buona invece la batteria da 3000 mAh che consente una buona autonomia. In definitiva il Wiko Ufeel prime è uno smartphone onesto, buono per chi non ha pretese eccessive ma desiderare un device comunque potente e con un buona memoria.

wiko_u-feel-prime_allcolors_compo-4

 

 

 

 

 

 

wiko_u-feel-prime_allcolors_compo-2