Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Arriva l’auto con le chiavi virtuali. Seat, Samsung e Sap al lavoro sulle connected car

Al via la triplice alleanza per lo sviluppo della connected car del futuro. Samsung, Seat e Sap hanno, infatti, deciso di mettere insieme le forze e le proprie competenze tecnologiche per definire l’evoluzione dell’automobile. L‘”Alleanza delle tre S”, che sarà annunciata in via definitiva lunedì 22 febbraio al Mobile world congress, il salone dell’industria delle telecomunicazioni mobili di Barcellona, vede la presenza della Casa automobilistica spagnola, ma di proprietà del gruppo tedesco Volkswagen, del gigante coreano dell’elettronica di consumo e numero uno del mercato smartphone, e del leader mondiale (tedesco) dei software e delle applicazioni infrastrutturali, attivo nel settore del cloud e delle applicazioni per l’internet delle cose. La presenza di Seat potrebbe anche portare all’estensione delle tecnologie sviluppate congiuntamente con Samsung e Sap, anche ad altri marchi del gruppo (Vw, Audi o Skoda). Seat in questo senso potrebbe fare da pioniere e da apripista.

L’intenzione è sviluppare soluzioni innovative per le autovetture, che spaziano dall’auto always-on che diventa un elemento dell’internet delle cose, alla gestione intelligente dei parcheggi (l’auto sa, per esempio dove c’è un posto libero e attiva di conseguenza il navigatore mentre il posto viene prenotato automaticamente dall’app e con il pagamento che avviene digitalmente), fino all’apertura delle porte via smartwatch o attraverso impronte digitale. L’accensione dell’auto potrebbe avvenire con metodi simili allo sblocco di uno smartphone o con chiavi virtuali e residenti in cloud che potrebbe evolvere anche nel “digital key sharing”. Un’ipotesi questa che però si scontra con l’obsolescenza della tecnologia digitale più rapida di quella delle autovetture ma che apre le porte anche a soluzioni di car sharing evoluto.

L’asse potante dei sistemi che saranno sviluppati dall’alleanza sono le soluzioni create da Sap come la piattaforma cloud Hana e la Spn Vehicle network.

Samsung invece metterà a disposizione tecnologie e competenze hardware e software nel campo dei dispositivi mobili di quelli indossabili e dell’infotainment.

image

image