Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

ll pc ora si mette nel taschino

Sono l’ultima trovata nel campo della miniaturizzazione a livello informatico. In poche parole dei veri e propri personal computer con tutto quello che serve (processore, ram, scheda grafica memoria interna e sistema operativo) per chi necessita di essere operativo e avere con se un pc per la produttività personale che non necessiti di particolare potenza di calcolo.

A lanciare questi nuovi device è stata, manco a dirlo, Intel, che al recente CES di Las Vegas ha presentato il Computer Stick, appunto un micro pc che si collega a una qualsiasi porta HDMI di un televisore per poter funzionare. Dopo Intel sono molti i vendor che hanno presentato le loro versioni.

Ultimo di questa serie di “pc da taschino” è il Pc Stick lanciato ufficialmente da Archos in questi giorni. Pc Stick pesa solo 60 g per dimensioni pari a  113×37,6x14mm e può contare su un processore Intel Atom quad-core da 1.33 GHz, affiancato da 2 GB di Ram. La grafica è offerta dal chip Intel HD mentre la memoria interna è di 32 Gb, espandibile tramite microSD. La tastiera e il mouse possono essere collegate al Pc Stick o direttamente tramite USB, o sfruttando la connessione Bluetooth (decisamente la più consigliata). Oltre al Bluetooth è presente anche la connessione Wi-Fi. Il tutto è pilotato dal sistema operativo Windows 10, e non mancano software di produttività preinstallati quali Word Mobile, Excel Mobile, e PowerPoint Mobile. Non serve alimentazione esterna: il PC Stick riceve l’energia necessaria dalla porta HDMI a cui bisogna per forza di cose collegarlo. Pc Stick è in vendita al prezzo di 120 euro.

 

PC Stick1