Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lamborghini Huracán, l’erede della mitica Gallardo

a casa di Sant’Agata svela la nuova supersportiva: ha un V10 da 6010 cavalli, un telaio in fibra di carbonio e alluminio mentre le prestazioni indicano e 325 km/h di velocità massima con un'accelerazione a 0 a 100 orari di 3.2 secondi e di 9.9 tra 0 e 200 Km/h in 9,9 secondi

Il nome era già trapelato nei giorni scorsi ed è ancora una volta, come da tradizione, quello di un toro da combattimento spagnolo. Ecco Huracán, la nuova Lamborghini erede della mitica e celebratissima Gallardo (venduta in 14mila unità) che ha concluso la sua decennale carriera e passa il testimone a una inedita super sportiva italiana che ha fatto il pieno di tecnologia e di design. 

dati dichiarati non lasciano dubbi sulla natura della nuova Lambo: 325 km/h di velocità massima con un'accelerazione a 0 a 100 orari di 3.2 secondi e di 9.9 tra 0 e 200 Km/h in 9,9 

Il motore è sempre un V10 da 5.2 litri come per la Gallardo, ma il nuovo propulsore eroga 610 cavalli a 8.250 giri(il dieci cilindri del vecchio modello erogava, a seconda delle versioni tra 550 e 570 cavalli). La coppia massima è di 560 Nm a 6.500 giri al minuto. 

La linea, esibita nelle prime foto diramate dalla casa di Sant'Agata, tradisce immediatamente la parentela stilistica con la hypercar Aventador. La Huracán Lp 610 4 (questo il nome per esteso) ne riprende infatti gli stilemi esagonali e propone una linguaggio stilistico, che rivoluzionando l'impostazione estetico-formale della Gallardo, fa leva un'unica profilo che unisce frontale, abitacolo e posteriore in un'unica linea virtuale con i finestrini incastonati in un esagono appunto. L'insieme è comunque inequivocabilmente Lamborghini.

Nel telaio che fa ampio ricorso alla fibra di carbonio. Infatti, per ridurre le masse quanto possibile e aumentare al contempo la rigidità torsionale, i tecnici della casa elimina hanno optato per un struttura mista ed integrata di carbonio e alluminio. La vettura pesa, a secco, 1.422 kg per una rapporto peso potenza di 2,33 chilogrammi per cavallo. 

Le nozze tra prestazioni e rispetto dell'ambiente (rispetta le norme Euro 6) sono ottenute anche grazie a un innovativo sistema di iniezione diretta stratificata (Ids) che abbina tecnica diretta e indiretta per aumentare potenza e coppia e ridurre i consumi, abbattuti anche grazie allo start & stop. La casa dichiara 12,5 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 290 g/km. 

Il cambio automatico è tutto nuovo ed è a doppia frizione, mentre la trazione è integrale a controllo digitale. L'elettronica permette di gestire al meglio questa sprecar e adeguarne le prestazioni in funzione delle esigenze del pilota e del tipo percorso. Sulla Huracán è presente un selettore che permette di impostare tre modalità di guida (Strada, Sport e Corsa) che trasformano il comportamento della vettura facendo variare la risposta del motore e del cambio, adeguando il setup del controllo di stabilità e della trazione sulle quattro ruote così come il sound del motore. Anche l'orecchio, in questi casi, vuole la sua parte. 

Di serie ci sono i freni carboceramici, mentre tra gli optional figurano sterzo le sospensioni con ammortizzatori a controllo magneto-reologico e lo sterzo a sensibilità variabile battezzato "Lamborghini Dynamic Steering". L'abitacolo è realizzato artigianalmente ed è personalizzabile con diverse tinte di nappa e Alcantare. La plancia, essenziale e contraddistinta da motivi stilistici esagonali, vede la presenza di un quadro strumento digitale realizzato con un display Lcd da 12.3 pollici che visualizza tutte le informazione sulla stato delle vettura e anche del sistema di infotainment. La vettura debutterà al prossimo salone di Ginevra (6 – 16 marzo) e sarà svelata da gennaio in oltre 130 anteprime di 60 città di tutto il mondo.

Il prezzo non è stato ufficializzato ma è ragionevole ipotizzare circa 200mila euro, all’incirca sul livello delle versioni top a quattro ruote motrici della Gallardo.