Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

LaFerrari o Lamborghini Veneno? Qual è la regina del salone di Ginevra?

Girando tra gli stand del
salone di Ginevra la domanda di rito è classica: «qual è la regina del Salone»?
La risposta secondo me è La Ferrari, la nuova iper sportiva dal nome singolare
quanto indicativo del suo essere la "rossa" per eccellenza, quella
più potente e tecnologicamente evoluta mai realizzata. Erede
della mitica Enzo, esibisce un design mozzafiato, innovativo rispetto ai canoni
di Maranello, sviluppato internamente dal team guidato da Flavio Manzoni. È la prima Ferrari
ibrida: sfrutta la tecnologia e l'esperienza fatta in F1 sul Kers per dare vita
alla variante stradale denominata Hy-Kers. Il gruppo motopropulsore è composto
dal noto V12 da 6.3 litri
(riprogettato per erogare 800 cavalli) e abbinato a un'unita elettrica da 120
kW e così a disposizione ci sono ben 963 cavalli con una coppia totale di oltre
900 Nm. Prestazioni mozzafiato (0-200 km/h in meno di 7 secondi,) sono abbinate a
emissioni contenute in soli 330 gr/km. Il prezzo? Un milione di euro (tasse
escluse) ma per avere uno dei 499 esemplari che saranno prodotti (le richieste
sono già oltre 700), bisogna non solo avere un conto in banca bello sostanzioso
ma essere già in possesso di almeno due Ferrari.
E se non fosse la Ferrari la regina del salone? In effetti sotto i riflettori,
e volendno non considerare le auto normale, c’erano tre novità di peso: la Lamborghini Veneno,
la McLaren P1
e la Porsche 911 GT3. La prima, una creatura italiana made in Sant’Agata, una è
"fuoriserie" Look molto estremo e 750 cavalli sprigionati dal suo V12,
prodotta in tre esemplari (tutti venduti) da 4.6 milioni di dollari ciascuno. La
seconda, l’inglese, è realizzata per 375 fortunati in grado di tirar fuori
anche loro un milione di euro per mettersi in garage una hypercar a motore
centrale (V12 da 3.8 litri
e 916 cavalli). La terza, la tedesca,  si
chiama 911 GT3 che celebra in chiave racing i 50 anni della neunhundert-elf. Il
suo boxer sei cilindri da 3.800 cc eroga 475 cavalli.

La regina del salone potrebbe
essere certamente anche una di queste tre, ma non bisogna dimenticare della Alfa
Romeo 4C
in
edizione finale, due posti secchi spinta dal 1750 a 4 cilindri del
Biscione capace di erogare in questa edizione con basamento di allumino (e
cambio doppia frizione) 240 cavalli. Previsti 3.500 esemplari (400 esemplari
per l'Europa) a circa 60mila euro. Potrebbe essere anche lei la regina.

 A guardare i risultai di una ricerca
personale su Google, il popolo della rete sembra dare valutazioni diverse dalla
percezione che si ha parlando fra addetti ai lavori e giornalisti e la regina
del motore di ricerca è la Veneno, seguita dalla La Ferrari, dalla Porsche,
dalla McLaren e dall’Alfa.

E voi che ne dite? Qual è secondo
la regina del salone di Ginevra?

  • Carlo |

    Per noi “popolo”, la Captur

  Post Precedente
Post Successivo